Il leader

Il leader, dopo il Pastore, è la persona chiave di questo metodo di evangelizzazione.

E' chiamato a portare la stessa responsabilità del Pastore nell'ambito che gli viene affidato.
La sua nomina viene dall'alto, dal Pastore stesso della comunità. Egli non può limitarsi a essere un semplice esecutore di ordini e direttive, ma pur rimanendo nella fedele obbedienza e nel coordinamento, deve essere un attivo inventore di iniziative di evangelizzazione, deve aprirsi alla fantasia dello Spirito Santo.

I doni che il Leader deve possedere non dovranno essere particolari, quanto piuttosto di grande equilibrio umano, di spirito di fede, di umiltà, di fedeltà alla preghiera, di spirito di obbedienza e di comunione, di una certa esperienza di vita cristiana e di una certa stabilità raggiunta nel cammino di partecipazione alla vita della comunità. Certamente occorrerà una qualche cultura religiosa, o almeno il desiderio e l'impegno a farla crescere continuamente. Il leader deve essere ben convinto che non sta facendo la sua opera, ma quella di Dio e ciò che lo rende idoneo allo scopo è la capacità di comunicare la presenza dello Spirito di Dio.

I primi leader diventano fondamentali nella preparazione di quelli successivi, che saranno naturalmente portati a comportarsi secondo lo stile assimilato da chi li ha educati. Il leader deve sentirsi un vero evangelizzatore poiché i più forti ed autorevoli legami si fanno tra evangelizzatore ed evangelizzato.

 

Torna alla pagina precedente

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information